In questo nuovo studio condotto da ricercatori della University of Development Alternative (A private university)-Bangladesh, University of Tasmania, Hobart, Australia Walailak University-Thailand, University of Aveiro-Portugal e University of Nottingham Malaysia Campus, è stato riscontrato che una classe di fitochimici chiamati flavonoidi tra cui epigallocatechina, gallocatechina, baicalina, esperetina, luteolina e quercetina potrebbero aiutare a prevenire l’infiammazione…

Un “colpo” di salute da banco potrebbe aiutare a combattere il COVID-19? I ricercatori della George Mason University pensano che potrebbe farlo. Cell and Bioscience ha recentemente evidenziato la ricerca condotta da Yuntao Wu e Ramin Hakami in cui hanno esaminato le potenziali attività anti-coronavirus di una bevanda da banco chiamata Respiratory Detox Shot (RDS)….

I composti naturali presenti nelle mele e in altri frutti possono aiutare a stimolare la produzione di nuove cellule cerebrali, che possono avere implicazioni per l’apprendimento e la memoria, secondo un nuovo studio sui topi pubblicato su Stem Cell Reports. Le sostanze chimiche presenti nelle piante, i cosiddetti fitonutrienti, come il resveratrolo nell’uva rossa o l’epigallo-catechina-3-gallato…

La rivoluzione dell’ozonoterapia… . una sola frase che rende pienamente l’idea delle infinite possibilità di applicazione dell’ozono nelle malattie umane. Le caratteristiche biochimiche e farmacologiche dell’ozono forniscono ragioni per considerare questa molecola utile nel trattamento di numerose infezioni virali (1a), in particolare nel trattamento del COVID-19. L’ozono è un ossidante che mostra un’attività paradossale a contatto con molecole…

L‘ozono è un gas caratterizzato da instabilità, non può dunque essere conservato ma prodotto al momento del suo impiego; è naturalmente presente all’interno dell’organismo degli esseri viventi ed esplica diverse funzioni fondamentali per la vita. Oggi si impiega come mezzo terapeutico nella cura di diverse patologie dimostrando una buona efficacia clinica, inoltre non presenta interazioni farmacologiche né effetti…

I cardiologi hanno emesso un severo avvertimento sui pericoli delle sigarette elettroniche, in particolare per i giovani, poiché i risultati di nuove ricerche mostrano i danni che causano al cervello, al cuore, ai vasi sanguigni e ai polmoni. Lo studio, pubblicato oggi sull’European Heart Journal, identifica anche alcuni dei meccanismi coinvolti, per i quali finora…

Un gruppo di ricerca dell’Università di Washington ha sviluppato un sistema di somministrazione di farmaci utilizzando la curcumina, l’ingrediente principale della curcuma speziata, che inibisce con successo le cellule tumorali ossee mentre promuove la crescita di cellule ossee sane. Il lavoro potrebbe portare a migliori trattamenti post-operatori per le persone con osteosarcoma, la seconda causa…

I ricercatori in Spagna hanno scoperto che un ormone secreto dalle cellule adipose che è presente a livelli più alti nelle donne può impedire alle cellule del fegato di diventare cancerose. Lo studio, che sarà pubblicato il 3 aprile sul Journal of Experimental Medicine, aiuta a spiegare perché il carcinoma epatocellulare (HCC) è più comune…

Un nuovo studio pubblicato oggi su The Lancet, ha rilevato che un semplice esame del sangue può aiutare a fare la diagnosi di una complicanza di gravidanza comune e potenzialmente fatale. Il team di scienziati del King’s College di Londra ha scoperto che misurando la concentrazione del fattore di crescita placentare (PlGF) nel sangue di…

Quanta vitamina D può aumentare la memoria, l’apprendimento e il processo decisionale negli anziani, e quanta è troppa? Uno studio unico condotto da Rutgers ha rilevato che le donne anziane in sovrappeso e obese che hanno assunto più di tre volte la dose giornaliera raccomandata di vitamina D hanno mostrato miglioramenti nella memoria e nell’apprendimento…

Page 1 of 131 2 3 13

Per informazioni        +39 0444 370519