In questo nuovo studio condotto da ricercatori della University of Development Alternative (A private university)-Bangladesh, University of Tasmania, Hobart, Australia Walailak University-Thailand, University of Aveiro-Portugal e University of Nottingham Malaysia Campus, è stato riscontrato che una classe di fitochimici chiamati flavonoidi tra cui epigallocatechina, gallocatechina, baicalina, esperetina, luteolina e quercetina potrebbero aiutare a prevenire l’infiammazione…

Uno studio clinico ha dimostrato che nelle persone anziane, una dieta integrata con i flavanoli del cacao – composti presenti in natura che si trovano nelle fave di cacao – può migliorare le prestazioni in uno specifico compito di memoria. Lo studio è stato pubblicato lunedì 15 febbraio sulla rivista  Scientific Reports . I ricercatori della Columbia University…

I composti naturali presenti nelle mele e in altri frutti possono aiutare a stimolare la produzione di nuove cellule cerebrali, che possono avere implicazioni per l’apprendimento e la memoria, secondo un nuovo studio sui topi pubblicato su Stem Cell Reports. Le sostanze chimiche presenti nelle piante, i cosiddetti fitonutrienti, come il resveratrolo nell’uva rossa o l’epigallo-catechina-3-gallato…

Un antiossidante presente nel tè verde può aumentare i livelli di p53, una proteina antitumorale naturale, nota come “guardiana del genoma” per la sua capacità di riparare i danni al DNA o distruggere le cellule cancerose. Pubblicato oggi su Nature Communications, uno studio sull’interazione diretta tra p53 e il composto del tè verde, epigallocatechina gallato (EGCG), punta…

Negli ultimi 30 anni l’utilizzo del pane è diminuito notevolmente lasciando un ampio spazio a gallette ed altro . Tra le varie cause riportate da un numero considerevole di individui troviamo : il gonfiore addominale La stipsi L ‘aumento di peso La ritenzione idrica Tuttavia molte persone utilizzano “ la crusca” con l’intento di migliorare…

I grassi Omega-3 hanno un effetto scarso o nullo sull’ansia e sulla depressione secondo una nuova ricerca dell’Università dell’East Anglia. L’aumento del consumo di grassi omega-3 è ampiamente promosso a livello globale a causa della convinzione comune che proteggerà o addirittura invertirà condizioni come l’ansia e la depressione. Ma una revisione sistematica pubblicata oggi sul…

Un gruppo di ricerca dell’Università di Washington ha sviluppato un sistema di somministrazione di farmaci utilizzando la curcumina, l’ingrediente principale della curcuma speziata, che inibisce con successo le cellule tumorali ossee mentre promuove la crescita di cellule ossee sane. Il lavoro potrebbe portare a migliori trattamenti post-operatori per le persone con osteosarcoma, la seconda causa…

Quanta vitamina D può aumentare la memoria, l’apprendimento e il processo decisionale negli anziani, e quanta è troppa? Uno studio unico condotto da Rutgers ha rilevato che le donne anziane in sovrappeso e obese che hanno assunto più di tre volte la dose giornaliera raccomandata di vitamina D hanno mostrato miglioramenti nella memoria e nell’apprendimento…

I ricercatori della Saint Louis University hanno scoperto che mangiare una dieta mediterranea può migliorare le prestazioni degli esercizi di resistenza degli atleti dopo solo quattro giorni. In un piccolo studio pubblicato sul Journal of the American College of Nutrition, gli investigatori hanno scoperto che i partecipanti gestivano un 5K sei percento più velocemente dopo…

Una porzione maggiore di verdure a foglia verde nella dieta può ridurre il rischio di sviluppare steatosi epatica o fegato grasso. In uno studio pubblicato in PNAS, i ricercatori del Karolinska Institutet in Svezia mostrano come una maggiore assunzione di nitrato inorganico, che si verifica naturalmente in molti tipi di vegetali, riduce l’accumulo di grasso…

Page 1 of 61 2 3 6

Per informazioni        +39 0444 370519