Durante la gravidanza il futuro nascituro riceve un corredo cromosomico ereditato dai genitori, ma in minima percentuale riceve anche un quantitativo molto limitato di microrganismi contenuti nella placenta cioè microrganismi gia presente nell’ambiente intra uterino .
In realtà la vera colonizzazione dei batteri o microrganismo avviene dopo la nascita .
Un fatto molto importante è dato dall’allattamento in quanto nei primi 3 anni di vita del bambino gran parte della flora batterica che popolerà l’intestino tenue del bambino sarà dato da 4 ceppi di bifidobacteri che popolano i dotti galattofori delle ghiandole mammarie dando seguito all’inizio della flora batterica intestinale ecco uno nei motivi per il quale le future madri devono assumere cibi sani, adeguati alle loro necessità di equilibrio e fabbisogno energetico.
I ricercatori hanno pure evidenziato una notevole influenza sul tipo di colonizzazione batterica tra “il parto naturale “ e quello “cesareo”.
Se il parto è naturale , i primi batteri con i quali il bambino entrerà in contatto saranno quelli che compongono la flora batterica genitale della madre verificandosi un aumento di lactobacilli, nulla a mche fare con i lactobacilli che troviamo in vendita.
Studi scientifici hanno dimostrato che quando il parto avviene per vie naturali , il bambino riceve dalla madre i lactobacilli che costituiscono un fatto molto importante per favorire l’immediata capacità del bimbo di metabolizzare il latte materno per stimolare lo sviluppo di un sistema immunitario adeguato .
Quando invece il futuro nascituro nasce attraverso un parto cesareo è facile che il suo sistema immunitario sia più debole e facilmente portato a disturbi digestivi .
A questo proposti la Dott.ssa Dominguez Bello a capo di studi alla New York University ha dimostrato che è possibile eliminare gran parte di questi problemi esponendo il neonato giunto alla luce tramite parto cesareo alla flora batterica vaginale della madre prendendo una garza impregnata dei secreti vaginali della madre ed usarla per tamponare la cute, le labbra, il naso e le orecchie del neonato appena venuto al mondo simulandone in questo modo il passaggio attraverso le vie genitali materne .

K.G.

copyright dieteasier.com

Riproduzione vietata

CategoryCure, Patologie, Salute

Per informazioni        +39 0444 370519